Leading Technology for ceramics.

SITI B&T GROUP: IL CDA APPROVA LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA 2020

martedì, 29 settembre 2020
  • Ricavi netti consolidati a 47,5 milioni di euro (61,7 milioni di euro al 30 giugno 2019)
  • Ebitda negativa per 1,9 milioni di euro (0,9 milioni di euro al 30 giugno 2019)
  • L’impatto economico-finanziario dell’emergenza Covid-19 e la consueta  concentrazione dei ricavi nel secondo semestre si riflettono sui risultati; il portafoglio ordini e la marginalità che verrà espressa nel secondo semestre compenserà i risultati al 30 giugno.

 

Formigine, 29 settembre 2020 – Il Consiglio di Amministrazione di SITI-B&T GROUP S.p.A., produttore di impianti completi a servizio dell’industria ceramica mondiale, quotata sul mercato AIM Italia (Ticker: SITI), ha esaminato e approvato la Relazione Finanziaria semestrale al 30 giugno 2020 redatta ai sensi del Regolamento Emittenti AIM Italia/Mercato Alternativo del Capitale e in conformità ai principi contabili internazionali IFRS.

Il Gruppo ha contrastato la crisi economica globale e straordinaria attraverso l’efficientamento dei costi di struttura e una proposta tecnologica che sta consentendo di recuperare, nel secondo semestre, i volumi di vendita. Anche il nostro Customer Service, molto efficace, ha performato in modo positivo. Continueremo ad investire in nuove tecnologie con l’obiettivo di proporre prodotti ad alte prestazioni e nuovi servizi e svilupperemo ulteriormente il nostro network internazionale, che si è dimostrato determinante nel contenere gli effetti del lockdown e mantenere un servizio efficiente ai nostri clienti in tutto il mondo – ha commentato Fabio Tarozzi, Presidente ed Amministratore Delegato di SITI-B&T GROUP S.p.A.

  

PRINCIPALI RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2019

 

SITI-B&T GROUP ha registrato, nel primo semestre 2020, ricavi di vendita consolidati pari a 47,5 milioni di euro, rispetto ai 61,7 milioni di euro nello stesso periodo 2019, pari ad un decremento del 22,9% e quindi esprimendo un risultato migliore rispetto al calo del 26,4% registrato dal settore ([1]). Come per gli esercizi precedenti, data la stagionalità degli ordinativi, i ricavi registrati nelprimo semestre non sono proporzionali a quanto realizzato dal Gruppo annualmente.

 

L’EBITDA consolidato di SITI-B&T GROUP al 30 giugno 2020 risulta negativo per 1,9 milioni di euro, rispetto ai positivi 0,9 milioni di euro al 30 giugno 2019. Il calo del risultato operativo lordo è stato minimizzato grazie ad un forte contenimento dei costi fissi, tanto che il minore EBITDA corrisponde al solo margine di contribuzione relativo al minor fatturato.

Grazie ad una ripresa del portafoglio ordini ed alla consueta stagionalità del business, la marginalità del Gruppo si svilupperà nel secondo semestre allorquando verranno fatturati gli ordini in corso.

L’Utile netto del Gruppo al 30 giugno 2020 è negativo per 7,5 milioni di euro, rispetto al negativo per 5,0 milioni di euro al 30 giugno 2019. Anche l’Utile netto subisce il calo dei volumi e delle attività ed il differimento al secondo semestre di una sensibile parte di fatturato.

La posizione finanziaria netta consolidata al 30 giugno 2020 prima dell’applicazione IFRS 16 è pari a 72,5 milioni di euro (comprensiva di 10 milioni di euro per l’acquisizione di Diatex) contro i 67,2 milioni di euro del 30 giugno 2019. Dopo l’applicazione dell’IFRS16 la posizione finanziaria netta risulta di 93,3 milioni di euro contro gli 89,9 milioni di euro al 30 giugno 2019 ei i 59,1 milioni di euro al 31 dicembre 2019.

L’utilizzo di cassa è stato assorbito sia dall’investimento nell’acquisizione di Diatex (10 milioni di euro) che dall’incremento di Capitale Circolante  in linea con la concentrazione della produzione delle commesse che verranno spedite nel secondo semestre.

Eventi di rilievo del primo semestre 2020

Nel corso del primo semestre si è perfezionata l’acquisizione della Società Diatex S.p.A. di Villaverla (VI), attiva nella produzione di utensili diamantati. L’acquisizione di Diatex rientra nella strategia del Gruppo di valorizzare nuove sinergie con le tecnologie di finitura, la società acquisita è infatti leader nella produzione di utensili per il finishing delle piastrelle ceramiche ed in particolare per la squadratura.

Il perfezionamento nel mese di febbraio di un finanziamento di 30 milioni di euro con un Pool di banche a supporto del nuovo piano industriale e ai 13 milioni provenienti dal decreto Cura Italia che serviranno per sostenere i piani di sviluppo, rafforzare la leadership nei mercati internazionali e puntare ancor di più all’eccellenza nell’impiantistica per ceramica, oltre che per fronteggiare necessità operative determinate da eventuali futuri eventi straordinari.

La straordinarietà dei primi mesi del 2020 non ha interrotto i programmi di sviluppo ed i piani di R&D, in parte con soluzioni di smart working, sono proseguiti con i progetti ritenuti strategici per il prossimo futuro.

Prevedibile evoluzione dell’attività per l’esercizio in corso

Le misure di contrasto alla crisi economica e la recente raccolta di nuovi ordinativi permette di avere la ragionevole attesa di un risultato d’esercizio decisamente migliore rispetto alle aspettative interne maturate nei primi mesi dell’anno, nonchè alle previsioni degli analisti

[1] Fonte: ACIMAC (Associazione Italiana Macchine e Attrezzature per Ceramica)

Alto